Agorà Skating Team: Short Track

Short Track

Mentre nel pattinaggio di velocità su pista lunga gli atleti sono in coppia e le gare sono a cronometro, nello short track le gare si disputano sulle tipiche piste da hockey 30 x 60 m , con almeno quattro pattinatori (per le distanze brevi 500 e 1000 m) e 6 per i 1.500 m che gareggiano.

La tecnica degli atleti è caratterizzata da una posizione del corpo particolare, con inclinazione fino a 30°: mano che tocca terra in curva, ottimo scatto in fase di partenza e avversari da superare evitando collisioni rovinose. Una parte fondamentale della gara è la tattica, con una fase di studio nelle distanze più lunghe.

Le gare sono divise in individuali e staffetta: maschili e femminili.

Le gare olimpiche
Uomini
  • 500 m. 4 giri e mezzo.
  • 1000 m. 9 giri.
  • 1500 m. 13 giri e mezzo.
  • 5.000 m staffetta 45 giri.
Donne
  • 500 m. 4 giri e mezzo.
  • 1000 m. 9 giri.
  • 1500 m. 13 giri e mezzo.
  • 3.000 m staffetta 27 giri.

Gare individuali

Nelle gare individuali tutti i pattinatori possono partecipare su tutte le distanze e la competizione consiste in una serie di batterie formate da 4, 5 o 6 atleti.

I primi due atleti di ogni batteria passano il turno fino a quando restano solo quattro pattinatori che accedono alla fase finale. Si disputano anche le finali B (dal 5° all'8° posto per i 500 e 1000 mt. e dal 7° al 12° posto per i 1.500 mt), importanti soprattutto per l'assegnazione di medaglie in caso di squalifica di due atleti nella finale A.

Staffetta

Le squadre che prendono parte alla staffetta di short track sono otto, ognuna con quattro pattinatori più un sostituto. Ciascuna squadra è libera di decidere quanti giri farà ogni atleta, ma i due giri finali dovranno essere compiuti dallo stesso pattinatore. Difficilmente un singolo atleta compie più di un giro e mezzo, per un totale di circa 7-8 cambi per atleta. Solo in caso di caduta può essere effettuata una sostituzione nei due giri finali.

Nella staffetta il cambio viene effettuato toccando il compagno di squadra, una vera e propria spinta tesa a trasmettere la propria velocità. Il cambio può essere effettuato nei due rettilinei, mentre l'ultimo può avvenire, per regola, entro la linea di centro rettilineo corrispondente all'inizio degli ultimi due giri, pena la squalifica della squadra.

 
©2017. Via dei Ciclamini, 23 - 20147 Milano - Tel. 02.48300946 - Fax 02.4121821 - E-mail: info@stadioghiaccio.it
Capitale Soc. €43.400,00 i.v. - R.E.A. Milano 1615416 - C.F. 01596440345 - P. IVA 03210580969
Site design: ALFA DESIGN STUDIO